Lezioni di Digital Museum: elementi di Digital Marketing per i Beni Culturali

Sono intense le lezioni al Il Sole 24 ORE Business School ed Eventi. Studenti preparati e profondamente intenzionati a dare il loro meglio tra project work laboriosi e lezioni anche complesse e dalla diverse dimensioni.

Mettiamo insieme concetti che arrivano dalla digital transformation delle grandi aziende e li caliamo nella realtà complessa delle Istituzioni culturali e museali.

Studiamo le tecnologie più spinte che si prototipano nelle Università e delle Aziende per costruirci casi di valore sullo “spazio” per dare ai musei e al territorio nuovi scenari di fruizione e gestione

Digital Marketing, Digital CRM, concetti che svisceriamo per posizionarli nell’organizzazione dei musei per creare valore al “visitatore”

Studiamo il “pubblico” (grazie a Michele Casula) correlando i suoi interessi su diverse piattaforme culturali, dai teatri, allo sport, ai cinema ed quindi ai musei.

insomma… lavoro intenso, ma ben speso perché musei italiani, territorio e patrimonio possano sempre più essere proiettati versi scenari sempre più moderni.

Nei nostri discorsi, però mai dimentichiamo che partiamo sempre dal patrimonio, dal bene culturale.. e questa volta abbiamo fatto un salto nel Vangelo dei Poveri del ciclo pittorico (XIV Sec – Scuola giottesca/senese) dell’abside della Chiesa di San Francesco nel Comune di Montefiore dell’Aso.

 
 

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Back to Top